Lo stato di salute della popolazione

4.3. Salute della popolazione anziana

Nella prima sezione si descrive la situazione demografica generale della popolazione italiana, con particolare rilievo per le fasce di età oltre i 64 anni. In questo ambito sono considerati nel dettaglio due indicatori, l’“indice di vecchiaia” e l’“indice di dipendenza strutturale” che misurano, rispettivamente, lo squilibrio tra la popolazione anziana e la popolazione in età giovanile e il carico sociale sulla popolazione in età attiva. Il confronto con gli altri Paesi europei colloca l’Italia tra quelli con un’aspettativa di vita tra le più alte al mondo e quindi con una platea di anziani molto numerosa e che andrà accrescendosi progressivamente negli anni a venire. Ne deriva la necessità di mettere in atto dei sistemi di sorveglianza della popolazione anziana, con il duplice obiettivo di migliorarne la qualità di vita, la salute e la partecipazione attiva alla società e nel contempo studiare gli strumenti più efficaci per il sostegno sanitario, sociale ed economico che la sfida demografica richiede.

Nella seconda sezione vengono riportati i dati più significativi del sistema di sorveglianza “PASSI d’Argento”, che fornisce una panoramica sulle fragilità e sui fattori di rischio comportamentali, con un rilievo particolare sull’uso dei farmaci nella popolazione anziana.

Infine, nella terza e ultima sezione viene esaminato il carico di malattie croniche nella popolazione anziana e si sottolinea la necessità di intervenire con misure di prevenzione individuale e collettiva, tenendo conto anche dell’influenza dei determinanti sociali ed economici, per un’azione finalizzata al raggiungimento dell’obiettivo condiviso con l’Europa per il 2020 di ridurre di almeno 2 anni la disabilità che accompagna gli ultimi 10-15 anni di vita dei nostri anziani.

Si fa inoltre di nuovo riferimento all’importanza di un sistema coordinato e integrato di sorveglianza.



TAG: AnzianiSalute degli anzianiSalute in gruppi di popolazione