Sei in: Home > Le risposte del SSN > 7. La prevenzione in sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare > 7.10. Sicurezza alimentare di integratori alimentari, novel food e alimenti addizionati di vitamine e minerali

Le risposte del SSN

7.10. Sicurezza alimentare di integratori alimentari, novel food e alimenti addizionati di vitamine e minerali

Negli anni 2012-2013 il Ministero ha continuato le attività di controllo volte ad accertare la conformità alla normativa specifica dei prodotti integratori alimentari ex decreto legge n. 169/2004 e alimenti addizionati di vitamine e minerali ex Regolamento 1925/2006.

In questi anni ha aggiornato le Linee guida sugli apporti di vitamine e minerali utilizzabili negli integratori alimentari, secondo le più recenti conoscenze scientifiche per garantire il massimo livello di tutela per i cittadini. L’intervento del Ministero risulta molto importante, poiché a oggi non si è ancora arrivati a livello europeo alla definizione di apporti armonizzati, pur rimanendo costante e attivo l’impegno nei gruppi comunitari dedicati.

Inoltre, è stato adottato il DM 9 luglio 2012 sull’impiego di piante e derivati utilizzabili negli integratori, per arrivare a un’armonizzazione relativa anche all’utilizzo delle piante e delle loro parti.

Nel 2013 è stato raggiunto l’obiettivo di aggiornare con cadenza mensile il Registro degli integratori alimentari oggetto di valutazione; oggi la pubblicazione mensile consente una consultazione quasi in tempo reale sia ai cittadini sia agli operatori del settore.

Nello stesso periodo di tempo è continuata l’attività a livello europeo e nazionale relativa ai nuovi alimenti (“novel food”) disciplinati dal Regolamento CE 258/97.

Il Ministero partecipa alle procedure che si concludono con un’autorizzazione a livello europeo, valutando le richieste che vengono presentate dagli operatori sia a livello nazionale sia attraverso un altro degli Stati membri; tali procedure durano in media circa 4 anni e alcune hanno superato abbondantemente questa tempistica.

Nel 2013 è stato presentato il progetto per il nuovo regolamento europeo, che il Ministero seguirà attivamente durante il 2014.

Infine, il Ministero, nell’ambito della formazione continua del proprio personale e di quello regionale deputato ai controlli ufficiali, ha promosso 3 corsi di formazione in campo di integratori alimentari e novel food.



TAG: AlimentiIntegratoriPianteSicurezza alimentare