Sei in: Home > Le risposte del SSN > 6. Farmaci > 6.6. Le nuove modalità di prescrizione dei farmaci nell’ambito del Servizio sanitario nazionale

Le risposte del SSN

6.6. Le nuove modalità di prescrizione dei farmaci nell’ambito del Servizio sanitario nazionale

Le modalità di prescrizione dei farmaci a carico del Servizio sanitario nazionale sono state recentemente modificate, sia sotto l’aspetto della digitalizzazione delle ricette, prevedendo l’introduzione della ricetta elettronica e della sua validità sul territorio nazionale, sia sotto l’aspetto legato all’adozione delle misure di contenimento dei costi per l’assistenza farmaceutica e di razionalizzazione dell’impiego dei medicinali.

Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, infatti, è stato stabilito che è compito del medico informare il paziente, all’atto della prescrizione, dell’eventuale presenza in commercio di medicinali aventi uguale composizione in principi attivi, nonché forma farmaceutica, via di somministrazione, modalità di rilascio e dosaggio unitario uguali.

Analogamente è stato confermato l’obbligo del farmacista di fornire al cliente, salvo diversa richiesta di quest’ultimo, il medicinale equivalente con il prezzo più basso.

Con riferimento alle modalità di compilazione della ricetta, infine, le nuove norme hanno imposto al medico di indicare sulla ricetta, obbligatoriamente, il nome del principio attivo del farmaco – limitatamente ai casi di primo trattamento di malattia cronica e di nuovo episodio di malattia non cronica – nell’intento di incentivare l’impiego dei generici.

È stata, da ultimo, emanata una nuova disciplina finalizzata a rendere immediatamente accessibili ai cittadini i farmaci considerati innovativi dall’AIFA.



TAG: FarmaciFarmaci generici