Sei in: Home > Qualità del sistema > 1. Sicurezza delle cure > 1.8. La formazione in tema di governo clinico e sicurezza dei pazienti

Qualità del sistema

1.8. La formazione in tema di governo clinico e sicurezza dei pazienti

La qualità e la sicurezza della pratica clinica e dei processi assistenziali si fondano sulla competenza del singolo operatore e dei team clinici, pertanto la formazione di base e la formazione continua rappresentano una leva efficace e fondamentale per migliorare la qualità e la sicurezza del sistema sanitario.

Il Ministero della salute, nell’ottica di aumentare le competenze degli operatori in funzione della qualità e sicurezza delle cure, in accordo con i principi della Clinical Governance, ha, da tempo, posto al centro delle sue iniziative la formazione quale fattore strategico per il raggiungimento degli obiettivi previsti dalla programmazione nazionale, attuando un programma di formazione per il governo clinico, esteso a tutti i professionisti sanitari, e realizzato in collaborazione con la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici  Chirurghi e degli Odontoiatri (FNOMCeO) e con la Federazione Nazionale Collegi Infermieri professionali, Assistenti sanitari, Vigilatrici d’infanzia (IPASVI).

Il programma ha previsto l’elaborazione di documenti tecnici e la predisposizione di corsi di formazione, erogati con modalità FAD e residenziale, accreditati ECM. Le tematiche individuate ai fini di un’estesa formazione di tutti gli operatori sanitari sono l’audit clinico, la sicurezza dei pazienti e degli operatori e l’appropriatezza con l’obiettivo di:

  • promuovere l’utilizzo sistematico e continuativo dell’audit clinico, riconosciuto come parte integrante dell’attività professionale e strumento finalizzato al miglioramento della qualità;
  • rafforzare la consapevolezza su alcune tematiche inerenti la sicurezza dei pazienti e degli operatori, quali gli aspetti legali e la gestione dei contenziosi, il rischio infettivo e la prevenzione delle infezioni correlate all’assistenza, la prevenzione degli eventi avversi in terapia farmacologica, la costruzione e gestione dei gruppi di lavoro, il benessere organizzativo e la violenza nei confronti degli operatori;
  • ampliare le conoscenze sul tema dell’appropriatezza, per quanto riguarda sia l’inquadramento concettuale sia le definizioni operative e gli interventi.



TAG: FormazioneSicurezza delle cure