Sei in: Home > Qualità del sistema > 1. Sicurezza delle cure > 1.4. Raccomandazioni

Qualità del sistema

1.4. Raccomandazioni

La necessità di disporre di pratiche e Raccomandazioni per la sicurezza riconosciute come efficaci costituisce uno dei pilastri delle strategie per la gestione del rischio clinico e per la sicurezza dei pazienti. Pertanto, nell’ambito degli interventi per la gestione del rischio clinico e la sicurezza dei pazienti, il Ministero della salute ha previsto un programma di elaborazione e diffusione di Raccomandazioni per la sicurezza, con lo scopo di fornire indicazioni efficaci per contenere i rischi e ridurre la probabilità di accadimento di eventi avversi. Nell’ambito del programma sono state prodotte 16 Raccomandazioni in relazione ai principali eventi sentinella previsti nel protocollo di monitoraggio, che costituiscono strumenti per migliorare la capacità di risposta delle strutture sanitarie, favorire il cambiamento del sistema in un’ottica di sicurezza e promuovere l’assunzione di responsabilità da parte degli operatori.

Uno dei fattori più rilevanti e nel contempo più critico è rappresentato dall’attuazione di tali pratiche e Raccomandazioni e dal monitoraggio dei risultati conseguiti, nonché dalla valutazione di fattori di resistenza o di ostacolo alla loro implementazione. L’impegno del Ministero è quindi non solo aggiornare le Raccomandazioni e pubblicarne di nuove rispetto alle tematiche emergenti, ma anche effettuare puntuali verifiche circa la concreta traduzione a livello locale. Pertanto, a partire dal 2011 tali documenti sono oggetto di verifica circa l’implementazione a livello regionale e quindi posti all’interno del sistema di verifiche dei LEA (Livelli essenziali di assistenza). Dalle risultanze si è visto che vi è un trend in aumento, ma che ancora non è stato raggiunto l’obiettivo prefissato dell’implementazione totale delle Raccomandazioni su tutto il territorio nazionale.

Nell’anno 2012 è stata elaborata, diffusa e sottoposta a monitoraggio nell’ambito della verifica LEA la Raccomandazione per la prevenzione degli errori in terapia con farmaci antineoplastici, derivata dalla consapevolezza che gli errori correlati alla chemioterapia sono frequenti, rendendo necessarie opportune strategie per garantire un trattamento terapeutico appropriato e che risponda a requisiti di sicurezza.



TAG: Sicurezza delle cure